Home Blocco Notizie - Evidenza
COMUNICATO UFFICIALE
 
Lo Staff di CesenaInBolgia non intende tacere di fronte a quanto pubblicato (e poi rimosso) dal presidente del Cesena, Giorgio Lugaresi, sulla propria pagina Facebook. 
 
Esprimiamo, prima di tutto, la nostra solidarietà nei confronti dei giornalisti toccati in prima persona - seppure non nominati - da parole offensive ed esagerate. Purtroppo non è la prima volta che simili episodi si ripetono e riteniamo inaccettabile che il Presidente della nostra squadra di calcio si lasci andare a insulti e gravi offese personali, specie attraverso un social network. Alle critiche si risponde con gli argomenti e il contraddittorio, agli insulti e alle falsità - se si ritiene ve ne siano stati - con il ricorso alla giustizia. 
 
Riteniamo altresì che tali parole siano offensive non solo per le persone alle quali si indirizzano, ma siano universalmente censurabili in quanto tendenti a limitare, intimidire, comprimere la critica. Specie quella di chi non si allinea alle posizioni più indulgenti. A ciò si aggiunga che i toni utilizzati, sminuendo e irridendo un grave problema sociale dei giorni nostri quale la mancanza di lavoro, ci mostrino una volta di più la distanza intellettuale di noi tutti da un modo di intendere la comunicazione, il contraddittorio, la critica che riteniamo profondamente sbagliato, violento e deprecabile. Per non parlare del passaggio finale dove si tirano in ballo i genitori di costoro; peccato che il papà di Gian Piero Travini sia impossibilitato: purtroppo è morto e toccare simili tasti è inutile ribadire quanto sia sgradevole e inopportuno. 
 
Lo sport dovrebbe essere fondato su valori quali la lealtà, l'autodisciplina, la correttezza, la rinuncia a qualsiasi atteggiamento violento o denigratorio, ci auspichiamo che in futuro il Presidente come ogni dirigente, tecnico e giocatore decida di dimostrare ciò attraverso la massima espressione educativa: il proprio esempio.