Rubriche - L'Avversario

CARPI


Sito Ufficiale: http://www.carpifc1909.it/

Sito Ultras: http://www.ultrascarpi.it/

Forum dei Tifosi: www.iotifocarpi.it/




Mattia Matro per Tifo Cesena


L'avversario ...a tavola! (a cura di Vocecontro): 

A una trentina di chilometri da Carpi si trova il paesino di Vignola, rimomato per le sue famose ciliegie della varietà moretta e durone (di cui si tiene una sagra dal 4 al 12 Giugno) che, unitamente alla nostra corniola, rappresentano senza dubbio l'eccellenza del dolce frutto una-tira-l'altra.

No,non preoccupatevi,questo articolo non vi annoierà parlando dei vari cloni di ciliegia, dove sono prodotte, quali piatti prepararvici etc...no, niente di così scontato e banale.

Ciò di cui parliamo oggi è un dolce misconosciuto, affascinante, ricercato con una lunga storia alle spalle e ovviamente (poteva essere diversamente?) delizioso: la torta Barozzi.

No, non ci sono attinenze o parentele con il riccioluto sbarazzino numero 8 bianconero veloce e dal dribbling facile che gli over 35 di certo ricordano...

Cominciamo col dire che la ricetta originale non c'è, o meglio, nessuno ne può usufruire in quanto segreta e coperta da brevetto. Dunque si trovano in giro per Vignola e dintorni diverse versioni ma è un prodotto inimitabile e solo una è quella originale e si trova oggi come allora presso la pasticceria Gollini ovviamente.

Nel 1907 ricorreva il quattrocentesimo anniversario della nascita di Jacopo Barozzi, detto il Vignola, il più grande architetto dell'Italia centrale nella seconda metà del Cinquecento che firmò alcune tra le più belle residenze della famiglia Farnese, oltre alla meravigliosa Chiesa del Gesù a Roma, così Eugenio Gollini decise di dedicare questa torta che tanto era apprezzata dagli abitanti di Vignola al celebre concittadino: la battezzò Pasta Barozzi, solo in seguito fu chiamata torta Barozzi. Viene preparata con cacao, farina, zucchero, margarina, caffè, mandorle e arachidi tostate, vaniglia e rum. All'aspetto può ricordare una tenerina o una caprese, ma basta un morso per capire che la Barozzi è semplicemente la Barozzi: il profumo che sprigiona è intenso, le note tostate si fondono col cacao e il sapore è un'esperienza per i sensi. Quello che forse più di ogni altra cosa la caratterizza e la distingue da altre preparazioni simili è il leggero sapore affumicato che rimane in bocca dopo averla mangiata, che potrebbe essere dovuto all'uso di mandorle e arachidi tostate. Viene preparata nei formati da 700-1000-1200 gr con un prezzo a partire dai 25 euro ca. Sul sito della pasticceria troverete le info e la accortezze del caso: essendo una torta assolutamente artigianale non contiene conservanti pertanto si può conservare per 40 giorni rigorosamente fuori dal frigo, ed essendo friabile si taglia rigirandola con delicatezza e ancora avvolta nella stagnola: di fatto se vi capiterà che ve ne venga offerto un assaggio noterete un pezzettino di carta argentata a mo' di glassa che ne ricopre il quadratino...

Ecco le coordinate:

PASTICCERIA GOLLINI - Piazza Garibaldi 1/N - Vignola (Mo)

Telefono 059 771079 - Fax 059 764039 - Laboratorio 059 771069 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.tortabarozzi.it/

Insomma,una scusa in più per seguire il Cesena nella partita di ritorno.

Alla prossima.